Menu
« Indietro
Menu
La continuità operativa è uno dei pilastri delle aziende: oggi nessun business può permettersi di fermarsi

 

  • Pianifica misure per prevenire danni all’infrastruttura informatica
  • Minimizza l’interruzione di processi Business Critical
  • Preserva le business operation in caso di possibili eventi disastrosi
  • Prevedi un ritorno “controllato” alla normale operatività
  • Evita di compromettere la reputazione e la solidità della azienda

Secondo uno studio IBM, nel 2011, il 43% delle aziende che hanno avuto una grave perdita di dati aziendali non ha più riaperto, il 51% ha chiuso entro due anni, solo il 6% sopravvivrà nel lungo termine.

Business Continuity Oriented

In NETMIND, forti delle certificazioni dei migliori player di mercato, proponiamo un ampio ventaglio di soluzioni IT per raggiungere la Business Continuity dell’azienda, personalizzando il progetto partendo dall’analisi della situazione aziendale iniziale e dei desiderata del cliente.

La business continuity non è un processo data-centrico (come invece quello di disaster recovery) ma business-centrico.

Il cuore della business continuity è garantire la continuità operativa anche il caso di importanti guasti o disastri al sito primario, annullando i tempi di fermo ed evitando downtime.

Come raggiungere la Business Continuity?

Da un piano di disaster recovery alla continuità di business, per non fermare mai l’operatività aziendale

1) Backup dei dati
1) Backup dei dati

Qualunque sia la soluzione di backup scelta, avere una copia e replica dei dati è il primo passaggio, necessario, per arrivare ad un approccio di business continuity.

- Buona gestione dello spazio di archiviazione
- Monitoraggio semplice della rete
- Mantenimento in sicurezza dei dati
- Ripristino rapido dei dati
- Eliminazione o riduzione al minimo dei tempi di inattività

sono gli standard di efficienza da valutare, e dai quali non si può prescindere, in fase di scelta della soluzione di backup.

2) Disaster Recovery
2) Disaster Recovery

I piani di disaster recovery sono studiati per permettere il ripristino dell’attività in caso di evento disastroso. In un approccio di disaster recovery i dati, conservati in un sito secondario, non sono però accessibili durante il disastro. Essi devono essere in primo luogo recuperati, e la velocità con la quale il recupero avviene dipende dalle scelte infrastrutturali e dalle attività pianificate in caso di disastro.

3) Business Continuity
3) Business Continuity

Anche la business continuity prevede una combinazione di tecnologie hardware e software che mantengano i dati, nello stesso momento, in due o più luoghi diversi. In caso di disastro, però, con questo approccio progettuale l’infrastruttura del sito secondario sarà in grado di gestire regolarmente tutta l’operatività aziendale, o almeno i processi business critical, senza interruzioni.

Un piano vincente di business continuity prevedere quindi uno studio della location (la posizione aziendale), del personale e delle attrezzature utilizzate, nonché delle procedure previste in fase di recupero dei dati.

4) L'importanza del fattore tempo
4) L'importanza del fattore tempo

In NETMIND sappiamo che il fattore tempo per il recupero dei dati e dell’operatività e una discriminante fondamentale per valutare la soluzione ottimale per la tua azienda:

- Cosa deve essere recuperato in maniera prioritaria, per far ripartire l’operatività?
- Quali sono i processi business critical, che non dovrebbero interrompersi mai?

Contattaci e richiedi la consulenza di uno dei nostri specialist: fatti trovare preparato, in caso di evento disastroso.

Usiamo le migliori tecnologie per raggiungere la business continuity aziendale:

Contatta uno specialist NETMIND:

valuta le soluzioni server e storage più adatte a rispondere alle tue esigenze

Richiedi una Consulenza

Data center engineering

Dalle medie imprese che si trovano ad affrontare la rapida crescita dell'ambiente virtualizzato, alle imprese di grandi dimensioni che intendono supportare l'ITaaS, fino ai fornitori di servizi a livello globale intenti a realizzare cloud ibridi o privati, in NETMIND ci impegniamo per offrire tutto ciò che serve ad un’azienda.

I punti di forza dell’ approccio NETMIND

i quattro asset che guidano lo sviluppo dei nostri progetti data center:

Performance
Che tipo di dati (strutturati e non) produce ora la tua organizzazione, e quanti ne produrrà in futuro?

Quale deve essere la velocità di accesso ai dati, ai sistemi, ai servizi?
Scalabilità
Quali previsioni di crescita ha la tua organizzazione, da qui a 3 anni?

E da qui a cinque anni?
Innovazione
L’attuale data center consente l’accesso a nuove tecnologie (Software Defined Datacenter, Cloud, ecc.) senza rifare completamente L’INFRASTRUTTURA?

Cosa dovresti modificare all’interno del data center perchè la tua organizzazione sia “aperta” alle ultime innovazioni tecnologiche?
Affidabilità
Quale livello di resilienza dovrà avere
l’infrastruttura?

Quanto è tollerabile, in termini di tempo, il fermo operativo degli utenti in caso di disastro?

Conoscere lo stato di salute del data center e ripristinare velocemente l’operatività in caso di problemi sono aspetti indispensabili per la gestione ottimale dell’infrastruttura: per questo proponiamo di affiancare allo sviluppo del progetto tecnologico un servizio di monitoraggio proattivo e un sistema di trouble ticketing dedicati, studiati per avere un controllo costante sul data center.

  1. Advanced Persistent Threat: come si muovono i cybercriminali
    #Nuove Tecnologie

    Advanced Persistent Threat: come si muovono i cybercriminali

    La definizione di Advanced Persistent Threat (APT) è oggetto di accesi dibattiti...
    Continua a Leggere
  2. Coltiviamo Innovazione: NETMIND adotta una quercia del Parco di Formigine
    #Notizie

    Coltiviamo Innovazione: NETMIND adotta una quercia del Parco di Formigine

    Non esiste innovazione senza cura dell'ambiente e del territorio. È per questo...
    Continua a Leggere
  3. HP Elite Slice
    #Nuove Tecnologie

    HP Elite Slice

    A settembre HP ha annunciato il lancio di HP Elite Slice, il nuovo PC...
    Continua a Leggere
  4. NETMEETING 2016 | Drive the Innovation
    #Corsi ed Eventi

    NETMEETING 2016 | Drive the Innovation

    Giovedì 10 Novembre 2016 si rinnova l'appuntamento annuale con NETMEETING.Questo importante evento,...
    Continua a Leggere
  5. Data Breach e Cyber Risk: 7 consigli utili
    #Nuove Tecnologie

    Data Breach e Cyber Risk: 7 consigli utili

    Non manca molto, a breve tutto nella nostra vita, dai mobili alle...
    Continua a Leggere
  6. Hyper Converged Infrastructure: perché spopolano?
    #Nuove Tecnologie

    Hyper Converged Infrastructure: perché spopolano?

    Le Hyper Converged Infrastructure, o strutture iperconvergenti, promettono di scuotere l’economia, riducendo...
    Continua a Leggere
Partnership e Certificazioni

Richiedi Informazioni

I campi contrassegnati con l'asterisco * sono obbligatori
 rimani aggiornato
Please leave this field empty.

Iscriviti al prossimo Netmeeting

I campi contrassegnati con l'asterisco * sono obbligatori
 rimani aggiornato
Please leave this field empty.

Iscriviti alla newsletter

I campi contrassegnati con l'asterisco * sono obbligatori
Please leave this field empty.